La categoria regina del triathlon prevede nel nuoto 1500m – Bici da corsa 40km (giro unico) – Corsa 10km (giro unico)

Nuoto

La frazione di nuoto è costituita da due giri e ¼ da percorrere in senso orario, nelle acque smeraldo del Lago di Lavarone. Le boe devono essere lasciate a dx. La partenza è prevista dal Lido Bertoldi e l’arrivo al Lido Marzari, sponda sud del lago.

Nuoto bdc

 

Vista lago da spiaggia

Vista lago da strada

 

 

 

 

 

 

 

Bici da corsa – 40km 800m.D+

Il tracciato sarà un giro unico di 40km che vi porterà a toccare gran parte dei luoghi dell’altopiano di Lavarone/Luserna.

Sarà per un lungo tratto aperto al traffico, per un piccolo tratto completamente chiuso e per un altro tratto il traffico sarà veicolato a senso unico di marcia. Il tratto aperto al traffico è scorrevole e su strada provinciale ampia e comoda.

La scelta è stata fatta, sia per un discorso paesaggistico e di soddisfazione per l’atleta (un multi-lap sarebbe certamente stato più spettacolare per gli spettatori), ma anche per un discorso di sicurezza, dato che spalmare 500 atleti su un percorso breve (10km ipotetici) avrebbe certamente ingenerato momenti di intasamento e “panico”.

Ovviamente confidiamo nel senso civico dei ciclisti (e degli automobilisti), per evitare spiacevoli situazioni di disagio e pericolo. Trenta secondi su una gara di 2/3h non valgono la nostra pelle!!

 

Olimpico BDC

 

Altimetria bdc

 

Il tracciato, nonostante il dislivello importante, è veloce e permette di rifiatare spesso. Prima parte decisamente più impegnativa, con i primi km che vi condurranno, dopo aver attraversato la frazione dei Gionghi, ai 1298m. di Passo Cost. Di lì un tratto di lungo saliscendi vi porterà in località Monterovere. Prendendo a destra una lunga strada tra boschi fitti e rigogliosi, giungerete al suggestivo paese Cimbro di Luserna. Da lì comincerete ad inerpicarvi per raggiungere i 1500m. e oltre del monte Cucco, il punto più alto del percorso, alle porte dell’altopiano di Vezzena. Siete quasi al giro di boa. Dopo essere scesi in breve al passo Vezzena si prende a sinistra per raggiungere con una veloce ma impegnativa discesa (attenzione!), di nuovo località Monterovere. A questo punto si percorre a ritroso la strada che porta alla frazione Gionghi. E’ una seconda parte decisamente meno impegnativa, ma ogni piccolo strappetto comincerà a farsi sentire. Una volta arrivati ai Gionghi, alla rotonda di fronte alla sede dell’APT, e aver buttato uno sguardo avido al gonfiabile dell’arrivo, girate a destra. Raggiungerete la frazione dei Bertoldi e subito dopo Lanzino prendete a destra per Carbonare. Giunti a Carbonare si imbocca la Val D’Astico e si scende in breve alla frazione di Nosellari, il punto più basso del percorso. Da qui un ultimo tratto di 2km in salita vi porterà al lago di Lavarone da dove partirete con la frazione run.

partenza e via …

Verso Luserna

Luserna

Locomotiva 33tt …

a tuttaaaaa … 😉

2014-06-07 sopraluogo bike olimpico (16)

GMP

Discesa verso passo Vezzena

 

Rientro al lago per zona cambio

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Run BDC – 9,5 km 230m.D+

Come per la run del MTB, appena usciti dalla zona cambio si percorre la sponda occidentale del lago e si affronta la breve e dura rampa che porta alla frazione di Chiesa che si attraversa per la piazza principale. Ci si dirige verso la frazione degli Albertini e s’imbocca la mulattiera che sale con una rampa cementata verso gli Stengheli. Poco dopo il 2° km svolta a dx e sempre su comodo sterrato ci si riporta verso gli Albertini.
Breve tratto in asfalto e poi si piega a sinistra (3°km) per andare ad incrociare il sentiero della pace che ci porta verso Casa Tobia. Quasi in cima a una ripida rampa cementata si piega a sx per sentiero (4°km) che ci permette di prendere lo sterrato che porta alla frazione di Azzolini (fontana) e con una breve discesa presso Casa Tobia. Attraversata la SS349 la costeggiamo per ciclabile e marciapiede dirigendoci verso la zona d’arrivo. Il passaggio nella zona d’arrivo (5,5°km circa – ristoro) e l’immancabile tifo ci ridà fiato per gli ultimi km. Scendiamo per prato e pieghiamo a dx per stradina asfaltata nuovamente verso Casa Tobia che lasciamo a dx (6°km) imboccando una traccia su prato che ci porta alla frazione Rocchetti. Da lì percorriamo la strada asfaltata che porta verso Cappella e l’abbandoniamo più o meno verso il 7°km per salire su prato a prendere la strada che porta alla frazione Nicolussi che abbandoniamo poco dopo per buttarci nel Parco Giochi dell’area Palù. Non fermatevi a giocare…siamo all’8°km, manca poco! Dopo un piccolo giro turistico del Parco ci dirigiamo finalmente verso Gionghi. Dopo aver attraversato la piazza principale di Cappella imbocchiamo la strada che porterebbe ai Rocchetti ma poco dopo giriamo per stradina asfaltata (tornante – bivio a dx al 9°km circa) per giungere poco dopo sul piazzale APT e tagliare, finalmente, l’ambito traguardo.

 

Olimpico BDC run